Ufficio invalidi e protesica

Unità Operativa Distrettuale Assistenza Invalidi, handicap adulti, residenziale e semiresidenziale

aaihdistrettorc1@asprc.it
assistenzanzianinvalididrc1.asprc@certificatamail.it

Viale Amendola 29 Reggio Calabria

Dirigente Medico Responsabile: Dr. Francesco Zema 0965.347149
Dirigenti Medici: Dr.ssa Maria Dilillo/Dr. Giuseppe Libri 0965.347153

Autorizzazioni prodotti celiachia
D.ssa Silvana Brancia 0965.347140

L.R.36/86 (Rimborsi Uremici - L.R.8/99)  0965.347147

Amministrativi: 0965.347152/347156


Orario di apertura al pubblico:
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9,000 alle ore 12,00
Martedì e giovedì 16,00-17,00

I cittadini affetti da minorazioni fisiche, psichiche e/o sensoriali hanno diritto alla fornitura di protesi e ausili tecnici utili e necessari per il loro recupero funzionale e sociale.


Le sedi distrettuali autorizzano la fornitura per i residenti che si trovano in una delle seguenti condizioni:

  • persone invalide, i non vedenti, i sordomuti;
  • invalidi con riduzione della capacità lavorativa superiore al 33%;
  • persone con cateteri (gli entero-urostomizzati), o con altri strumenti che sostituiscono le funzioni della laringe  (laringectomizzati) o della trachea (tracheotomizzati);
  • persone amputate di un arto;
  • donne che hanno avuto asportato uno od entrambi i seni o la ghiandola mammaria (mastectomia);
  • persone che hanno subito interventi demolitori sull'occhio;
  • persone ricoverate che hanno necessità e urgenza di una protesi, di un'ortesi o di un ausilio.

Percorso Erogativo

Il cittadino, su indicazione del medico di famiglia, può:
-recarsi all'Unità Operativa Distrettuale Assistenza Invalidi, handicap adulti,  residenziale e semiresidenziale per avviare l'iter e poi andare dal competente specialista
-andare direttamente dallo specialista che prescrive il dispositivo protesico.
La fornitura del dispositivo a carico del Servizio Sanitario Nazionale è autorizzata dall'Unità Operativa del Distretto competente.
Una volta ottenuta la fornitura, lo specialista prescrittore procede al collaudo. 


Il collaudo della protesi o dell'ausilio da parte del medico specialista prescrittore accerta la congruenza clinica e la rispondenza del dispositivo ai termini dell'autorizzazione. Qualora all'atto del collaudo il dispositivo non risulti rispondente alla prescrizione, il fornitore è tenuto a modificarlo o sostituirlo, pertanto la fase di collaudo rappresenta una garanzia per l'assistito. 


Documenti necessari per la fornitura dei dispositivi:
originale e copia del documento di identità dell'assistito e del delegato
originale e copia tessera sanitaria TEAM dell'assistito

Fornitura Ausili per incontinenti - Percorso erogativo - Calendario 
Per informazioni sul servizio e sulle modalità di consegna,  per chiarimenti e per  fornire variazioni di domicilio contattare il numero verde gratuito, da rete fissa,  800-92.44.53 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 14,30 alle 17,30.


N. B.
- L'Assistenza Protesica agli invalidi del lavoro è erogata dall'INAIL, secondo precise disposizioni di legge-comma E/2. art. 2 D. M. 332/.99
- Prestazioni agli invalidi di guerra ed invalidi per servizio (Lg 833/78)
Gli invalidi e le vittime civili di guerra ed invalidi per servizio (art. 57 Lg 833/78) possono usufruire di un soggiorno climatico con finalità terapeutiche per un periodo massimo di 21 giorni/anno. La domanda deve essere presentata preventivamente alla Unità Operativa del Distretto Sanitario di competenza territoriale, in base alla residenza anagrafica, entro il 31 marzo dell'anno di riferimento.