Ufficio invalidi e protesica

Unità Operativa Distrettuale Assistenza Invalidi, handicap adulti, residenziale e semiresidenziale

Viale Amendola 29 Reggio Calabria

Dirigente Medico Responsabile: Dr. Francesco Zema 0965.347149
Dirigenti Medici: Dr.ssa Maria Dilillo 0965.347153

Autorizzazioni prodotti celiachia
D.ssa Silvana Brancia 0965.347140

L.R.36/86 (Rimborsi Uremici - L.R.8/99)  0965.347147

Amministrativi: 0965.347152/347156
Orario di apertura al pubblico:
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9,000 alle ore 12,00
Martedì e giovedì 16,00-17,00

I cittadini affetti da minorazioni fisiche, psichiche e/o sensoriali hanno diritto alla fornitura di protesi e ausili tecnici utili e necessari per il loro recupero funzionale e sociale.

Le sedi distrettuali autorizzano la fornitura per i residenti che si trovano in una delle seguenti condizioni:

  • persone invalide, i non vedenti, i sordomuti;

  • invalidi con riduzione della capacità lavorativa superiore al 33%;

  • persone con cateteri (gli entero-urostomizzati), o con altri strumenti che sostituiscono le funzioni della laringe  (laringectomizzati) o della trachea (tracheotomizzati);

  • persone amputate di un arto;

  • donne che hanno avuto asportato uno od entrambi i seni o la ghiandola mammaria (mastectomia);

  • persone che hanno subito interventi demolitori sull'occhio;

  • persone ricoverate che hanno necessità e urgenza di una protesi, di un'ortesi o di un ausilio.

Percorso Erogativo

Il cittadino, su indicazione del medico di famiglia, può:
-recarsi all'Unità Operativa Distrettuale Assistenza Invalidi, handicap adulti,  residenziale e semiresidenziale per avviare l'iter e poi andare dal competente specialista
-andare direttamente dallo specialista che prescrive il dispositivo protesico.
La fornitura del dispositivo a carico del Servizio Sanitario Nazionale è autorizzata dall'Unità Operativa del Distretto competente.
Una volta ottenuta la fornitura, lo specialista prescrittore procede al collaudo. 

Il collaudo della protesi o dell'ausilio da parte del medico specialista prescrittore accerta la congruenza clinica e la rispondenza del dispositivo ai termini dell'autorizzazione. Qualora all'atto del collaudo il dispositivo non risulti rispondente alla prescrizione, il fornitore è tenuto a modificarlo o sostituirlo, pertanto la fase di collaudo rappresenta una garanzia per l'assistito. 

Documenti necessari per la fornitura dei dispositivi:
originale e copia del documento di identità dell'assistito e del delegato
originale e copia tessera sanitaria TEAM dell'assistito

Fornitura Ausili per incontinenti - Percorso erogativo - Calendario 
Per informazioni sul servizio e sulle modalità di consegna,  per chiarimenti e per  fornire variazioni di domicilio contattare il numero verde gratuito, da rete fissa, 800-92.44.53 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 14,30 alle 17,30.

N. B.
- L'Assistenza Protesica agli invalidi del lavoro è erogata dall'INAIL, secondo precise disposizioni di legge-comma E/2. art. 2 D. M. 332/.99
- Prestazioni agli invalidi di guerra ed invalidi per servizio (Lg 833/78)
Gli invalidi e le vittime civili di guerra ed invalidi per servizio (art. 57 Lg 833/78) possono usufruire di un soggiorno climatico con finalità terapeutiche per un periodo massimo di 21 giorni/anno. La domanda deve essere presentata preventivamente alla Unità Operativa del Distretto Sanitario di competenza territoriale, in base alla residenza anagrafica, entro il 31 marzo dell'anno di riferimento.

Procedure per richiesta di presidi, ausili e protesi